Ti trovi in : EmPULIA : New_Dettaglio Bando di Gara
​​

Dettaglio

Bando ( PE064747-23 )

Descrizione breve BANDO RETTIFICATO - GARA TELEMATICA A PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO CON PIÙ OPERATORI ECONOMICI AI SENSI DELL’ART. 59, CO.4 LETT. A), DEL D. LGS. N. 36/2023 E S.M.I., AVENTE AD OGGETTO L’AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI DISPOSTITIVI DI TRAUMATOLOGIA ARTO INFERIORE, MATERIALE ACCESSORIO E CORRELATI SERVIZI PER LE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE PUGLIA. NUMERO GARA: 9369241
CIG: 9369241
Ente Proponente InnovaPuglia S.p.A.
Ente appaltante InnovaPuglia
Incaricato: Masi Oreste
Importo Appalto: 286.662.827,00 (Iva Esclusa)
Criterio Aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Tipo Appalto: Forniture
Termine Richiesta Quesiti: Data Originale - 10/11/2023   ore   12:00:00 [Ora Italiana]

Data Prorogata - 23/11/2023   ore   12:00:00 [Ora Italiana]
Presentare le offerte entro il Data Originale - 24/11/2023   ore   12:00:00 [Ora Italiana]

Data Prorogata - 04/12/2023   ore   12:00:00 [Ora Italiana]
Data I Seduta Data Originale - 27/11/2023   ore   09:30:00 [Ora Italiana]

Data Prorogata - 04/12/2023   ore   14:30:00 [Ora Italiana]
Documentazione:
Descrizione Allegato
Avvisi di Rettifica:
Descrizione Allegato
Note

Esito e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Verbali 04/12/2023   ore   18:24 [Ora Italiana] Verbale nr. 1 del 04.12.2023
Verbali 09/12/2023   ore   11:00 [Ora Italiana] Verbale n. 2 del 7.12.2023
Verbali 11/12/2023   ore   17:49 [Ora Italiana] Verbale n. 3 dell'11.12.2023
Verbali 13/12/2023   ore   14:35 [Ora Italiana] Verbale n. 4 del 13.12.2023.
Verbali 18/01/2024   ore   17:47 [Ora Italiana] VERBALE nr. 6 Seduta del 18 gennaio 2024
Verbali 19/01/2024   ore   08:14 [Ora Italiana] VERBALE DEL 18/01/2024 per il sorteggio per la commissione giudicatrice delle procedure di gara N.ro 9369241 e N.ro 9314430 Segmento arto inferiore – Segmento chirurgia vertebrale
Altro 12/02/2024   ore   15:46 [Ora Italiana] Provvedimenti nomina componenti Commissione Giudicatrice
CV Commissione 12/02/2024   ore   15:48 [Ora Italiana] CV Componenti Commissione Giudicatrice
Verbali 12/02/2024   ore   15:49 [Ora Italiana] Verbale di Insediamento del 06.02.2024
Verbali 15/02/2024   ore   08:13 [Ora Italiana] Verbale n. 7 del 13.02.2024. Apertura buste tecniche
Verbali 22/02/2024   ore   15:03 [Ora Italiana] Verbale n. 8 del 20.02.2024
Verbali 29/02/2024   ore   08:21 [Ora Italiana] Verbale n. 9 del 27.02.2024

Chiarimenti

Per ricercare nei quesiti, inserire il Protocollo o parole contenute e cliccare sulla lente.
Per ritornare all'elenco completo clicca qui
Cerca protocollo o quesito
Protocollo Quesito Risposta Allegato
Quesito
PE085896-23

Risposta
PE087932-23
1)DGUE Parte IV Criteri di selezione – Sezione D SISTEMI DI GARANZIA DELLA QUALITÀ E NORME DI GESTIONE AMBIENTALE e DGUE Parte IV Criteri di selezione – Sezione C: CAPACITA’ TECNICHE E PROFESSIONALI Poiché in fase di compilazione di DGUE non è possibile lasciare non compilati i campi ricompresi nelle sezioni succitate, verranno inseriti dei valori FITTIZI ESCLUSIVAMENTE PER POTER PROCEDERE CON LA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO e verrà allegata apposita dichiarazione attestante che dette sezioni non sono state compilate in quanto le informazioni ivi comprese non sono state richieste nel bando di gara o nei documenti ivi citati. Si conferma? In caso contrario si richiedono indicazioni in merito. 2)DGUE Parte II: Informazioni sull'operatore economico Operatore Economico PMI Fatturato: verrà inserito il fatturato relativo all’esercizio 2022 come da bilancio aziendale approvato Si conferma? 3)DGUE Parte II: Informazioni sull'operatore economico C: INFORMAZIONI SULL'AFFIDAMENTO SULLE CAPACITÀ DI ALTRI SOGGETTI Imprese Ausiliarie L'operatore economico fa affidamento sulle capacità di altri soggetti per soddisfare i criteri di selezione della parte IV e rispettare i criteri e le regole (eventuali) della parte V? Poiché la Scrivente utilizzerà l’istituto dell’avvalimento “premiale”, finalizzato al miglioramento dell’offerta e non per soddisfare i criteri di selezione della parte IV e V, è corretto rispondere “NO” in questa sezione? 4)DGUE PARTE IV: CRITERI DI SELEZIONE B: CAPACITÀ ECONOMICA E FINANZIARIA Fatturato medio specifico – Data inizio Data fine Fatturato annuo specifico - Data inizio Data fine Riferimento Vostra Risposta PE081685-23 Poiché viene richiesto esclusivamente il fatturato globale e non il fatturato specifico, ma non è possibile omettere la compilazione dei campi succitati, verrà inserito un valore fittizio pari a Zero e una data inizio e data fine fittizie relative al triennio 2020/2021/2022. Si conferma? 5)FILE ARTICOLI-FOGLIO PRODOTTI Riferimento Vostra Risposta PE082117-23- PUNTO 14 Premesso che nel file Articoli la colonna S è denominata “VALORE OFFERTO (2dec.)” Si chiede di confermare e chiarire: Colonna R “PREZZO OFFERTO PER UM IVA ESCLUSA ( 2 dec. )”: verrà inserito prezzo unitario offerto per sistema Colonna S “VALORE OFFERTO (2dec.)” : verrà inserito il valore offerto complessivo su 4 anni (ovvero colonna R x colonna O) Si conferma? 6)Disciplinare di Gara p. 37 Dichiarazioni dell’impresa ausiliaria Nella domanda di partecipazione l’impresa ausiliaria compilerà SEZIONE I SEZIONE II SEZIONE III SEZIONE IV- paragrafo 1 (tutto); paragrafo 2: esclusivamente il punto 2.1 SEZIONE V: verranno barrati tutti i paragrafi ad eccezione di 5.di essere informato, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del Regolamento (CE) 27 aprile 2016, n. 2016/679/UE, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito della presente gara, nonché dell’esistenza dei diritti di cui all’articolo 7 del medesimo decreto legislativo, nonché del Regolamento (CE); •di essere edotto degli obblighi derivanti dal codice di comportamento/etico adottato dalla stazione appaltante e dalle Amministrazioni sanitarie contraenti (visionabili sui rispettivi siti) e si impegna, in caso di aggiudicazione, ad osservare e a far osservare ai propri dipendenti e collaboratori il suddetto codice, pena la risoluzione del contratto; 1. Risulta possibile inserire la locuzione “ non applicabile” per tutte le sezioni e/o parti del DGUE non pertinenti alla presente procedura.
2. Si conferma 
3. Si conferma.
4. Vedasi risposta sub. 1.
5. Si conferma che nella colonna R vada inserito il prezzo unitario in relazione al sistema tipo. La colonna S non dovrà essere compilata in quanto sarà il sistema a generare automaticamente il valore complessivo offerto.
6. Si conferma.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE084575-23

Risposta
PE087914-23
Buongiorno, siamo a richiedere i seguenti chiarimenti: 1)nella descrizione relativa al lotto n. 2 dell'allegato 5 viene richiesto: Sistema di osteosintesi con placche e viti per lesioni della pelvi."a. N.ro 2 Viti cannulate - in acciaio amagnetico o lega di titanio, corticali e spongiosa, autofilettanti e autoperforanti, di diametro variabile con fili guida calibrati; b. N.ro 2 Rondelle - a coppia, parzialmente/totalmente filettate." Trattandosi di viti e non di placche si chiede di poter compilare la "relazione tecnica criteri valutazione offerta tecnica" seguendo la valutazione dell'allegato 13 come per i lotti 3 e 49 e non quella da voi indicata per i lotti 1,2 ecc. 2)-AVVALIMENTO -Pur avendo inserito correttamente nella sezione “ricorri all’avvalimento”e “inserisci ausiliaria” del portale Empulia il codice fiscale dell’azienda ausiliaria già registrata correttamente sul Portale, la stessa non riceve il file DGUE da compilare. Vi chiediamo gentilmente di verificare che la relativa routine del portale sia funzionante. Diversamente chiediamo se sia possibile inserire il DGUE dell’ausiliaria aggiungendo un allegato nella busta amministrava. Si ringrazia in anticipo. Cordiali saluti. 1. Trattasi di mero refuso. Ai fini della stesura della relazione tecnica occorre seguire la valutazione dell'allegato 13 come per i lotti 3 e 49, ovvero "SISTEMI DI OSTEOSINTESI - VITI" e non "SISTEMI DI OSTEOSINTESI - PLACCHE". Nello specifico occorre fare riferimento alla seconda griglia di valutazione contenuta nell'allegato 13 e non alla prima.
2. Si rimanda alle pagine 11 e 12 della GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL DGUE STRUTTURATO Manuale per gli operatori economici pubblicata nell'apposita sezione del sito EMPULIA. ( http://www.empulia.it/Manuali/OE_CompilazioneDGUE/OE_Compilazione_DGUE.pdf) 
Cordiali saluti.
 
Quesito
PE085906-23

Risposta
PE087905-23
1)ALLEGATO 3 – OFFERTA ECONOMICA Da Vostri chiarimenti viene precisato che eventuali accessori complementari/non obbligatori al sistema offerto e non richiesti dall’impianto tipo possono essere inclusi nell' “allegato 3 modello di offerta economica”. Ma con quale scontistica? Verrà applicato lo sconto derivante dalla quotazione delle componenti previste dall’impianto per familiarità estesa (es. placche di prova=stesso sconto della placca quotata in impianto tipo; perni/teste/bussole: stesso sconto delle viti quotate nell’impianto tipo ; ecc…)? Inoltre, dal momento che nell’allegato 3 non devono essere indicati codici ed altri dettagli, è corretto che venga aggiunta unicamente una riga descrittiva dove si precisa le tipologie di accessori complementari al lotto. I codici saranno poi indicati nell’ allegato 12. 2)COMPILAZIONE ALLEGATO 3 – ALLEGATO 12 In riferimento a precedenti chiarimenti si chiede di confermare che dunque nel corpo dell’allegato 3 debba unicamente essere indicato il dettaglio “descrittivo” dell’impianto tipo, senza indicazione di codici, con nota descrittiva circa le taglie/materiali/tipologie e varianti disponibili riferibili ai prodotti considerati per la valorizzazione dell’impianto tipo. Il dettaglio dei codici/nome commerciale/descrizione e di tutti i restanti prodotti (varie tipologie e versioni) che per familiarità sono tecnicamente connesse al lotto verranno unicamente elencate nell’Allegato 12, incluso nella documentazione tecnica, e nel Listino prezzi allegato all’offerta economica. esempio di compilazione Tabella Allegato 3, rif. lotto 4: Importo complessivo offerto (oltre iva) in euro: XXXXXXXX € Composizione Sistema TipoPrezzo unitario componente più costosoAlternative di taglia o materiale O TIPOLOGIA/VARIANTE (questa aggiunta come da Vostro ultimo chiarimento)Prezzo unitario dell’alternativa offerta (inferiore al prezzo unitario del componente più costoso) Nr.1 - PLACCA FEMORE DISTALE – descrizione componente più costosa considerata nell’impianto tipo XXXXDisponibile N misure Disponibile N tipologie Disponibile in diverso materialeA – misura 1 tipologia PIPPO B – misura 2 tipologia PIPPO C – misura 3 tipologia PIPPO D – misura 1 tipologia PLUTO E – misura 2 tipologia PLUTO F – misura 3 tipologia PLUTO Nr.4 - VITI CORTICALI – descrizione componente più costosa considerata nell’impianto tipo YYYYDisponibile N misure Disponibile in diverso materialeA – misura 1 tipologia PIPPO B – misura 2 tipologia PIPPO C – misura 3 tipologia PIPPO D – misura 1 tipologia PLUTO E – misura 2 tipologia PLUTO F – misura 3 tipologia PLUTO Nr.4 - VITI A STABILITA' ANGOLARE – descrizione componente più costosa considerata nell’impianto tipoZZZZDisponibile N misure Disponibile in diverso materialeA – misura 1 tipologia PIPPO B – misura 2 tipologia PIPPO C – misura 3 tipologia PIPPO D – misura 1 tipologia PLUTO E – misura 2 tipologia PLUTO F – misura 3 tipologia PLUTO 3)Data la mole dei dati e dei codici si chiede se all’Allegato 12 possa essere indicato il rimando ad altro specifico file. La sola aggiunta delle righe all’interno del modello da Voi predisposto risulta una procedura complicata. 4)Con “alternativa di materiale” si intende, nel caso ad esempio di una placca: stessa identica placca disponibile in due materiali. Corretto? Eventuali alternative di materiale, ma riferibili a placche differenti seppur studiate per la medesima applicazione chirurgica, sono da considerarsi delle alternative da indicare nel corpo dell’Allegato 12 e/o nel listino. Corretto? 5)Dal momento che, anche a seguito chiarimenti, la mole di dati da inserire nell’allegato 3 è notevole. Si chiede nuovamente se possa essere allegato un ulteriore file all’offerta economica dove dettagliare i singoli dati richiesti (permettendo di mantenere, anche per una più chiara comprensione, il dettaglio dei codici, ecc..) 6)Nell’allegato 3 viene indicato: “Prezzo unitario dell’alternativa offerta (inferiore al prezzo unitario del componente più costoso)”. Si chiede di confermare: a)che è corretto intendere che il prezzo dell’alternativa di taglia/materiale può essere inferiore o UGUALE al costo del componente più costoso (in caso di medesimo prezzo di listino va da sé che le alternative avranno prezzo offerto UGUALE al componente più costoso). b)che, va da sé che se una placca è presente in 4 misure e diverse tipologie/varianti: la placca più costosa verrà quotata nel campo “Prezzo unitario componente più costoso”; mentre i costi (più di uno viste le diverse misure/varianti) delle alternative connesse al lotto verranno quotate nel campo “Prezzo unitario dell’alternativa offerta (inferiore al prezzo unitario del componente più costoso)” Il dettaglio dei codici riferibili alle diverse talie/tipologie/varianti indicate in modo descrittivo nell’allegato 3 verrà dettagliato nel corpo dell’Allegato 12 e verranno dunque acquistati con prezzi vari seppur uguali o inferiori a quanto offerto come “componente più costoso”. Si conferma? 7)È consentita l’offerta di prodotti non sterili?

1. Qualora il componente rende funzionale il sistema tipo, deve rientrare nella quotazione complessiva dello stesso e inserito pertanto nella colonna “sistema tipo”. Diversamente, deve essere inserito direttamente il prezzo che intende offrire l’operatore economico nelle alternative di taglia/materiale. Si conferma che i codici devono essere inseriti nell’Allegato 12.

2. A titolo esemplificativo con riferimento al lotto 4 l’operatore dovrà quotare la placca per femore distale con nella sua quotazione maggiore in relazione al materiale, lunghezze e caratteristiche e indicare le alternative in relazione ai predetti parametri nella colonna alternativa taglia/materiale. Con riferimento alle 8 viti l’operatore dovrà inserire le viti corticali/ stabilità angolare nella sua quotazione più costosa e inserire nella colonna alternative taglia/materiale le lunghezze di valore economico inferiore. Si precisa che con riferimento ai lotti in cui sia richiesta una quantità di viti suddivise tra due o più tipologie differenti, laddove non diversamente specificato nella descrizione sistema tipo o nel sistema tipo, si chiede di quotare all’interno del sistema tipo un numero di viti equamente distribuiti tra le tipologie di viti richieste. Nel caso esemplificativo del lotto n. 4, devono essere inserite 4 viti corticali e 4 viti a stabilità angolare.

3. Si conferma.

4. Si conferma.

5. Deve essere utilizzato l'allegato 3. Con riferimento a quest'ultimo si precisa la tabella inserita nell'allegato 3 - offerta economica - può essere editata esclusivamente con l'aggiunta, per ciascun componente del sistema tipo, di righe in numero pari al numero di alternative offerte (di taglia e/o materiale), indicando per ciascuna alternativa offerta il prezzo unitario offerto (che deve essere inferiore/uguale al prezzo unitario offerto del componente più costoso).

6. a) Si conferma che non deve essere superiore e pertanto deve essere inferiore o uguale. b) si conferma

7. Si deve fare riferimento alla normativa unionale e nazionale con riferimento ai dispositivi medici impiantabili.

 
Quesito
PE085478-23

Risposta
PE087904-23
Buongiorno, con la presente si chiedono i seguenti chiarimenti: -1) DGUE: nella compilazione dell'elaborato sulla piattaforma, appaiono necessari alla compilazione campi che nulla hanno a che fare con la tipologia del bando (forniture), oltre alla obbligatorietà alla compilazione del fatturato specifico, che come da Vs chiarimento, non va riportato. Risulta quindi non possibile generare l'elaborato se si omette di riempire gli spazi ritenuti obbligatori. Si prega di rettificare la scelta dei campi da compilare in base all'oggetto dell'appalto ed alle informazioni ritenute utili; 2) Lotto n. 57: Placche per osteosintesi grandi frammenti per grandi distretti (femore e tibia). Si chiede di specificare la tipologia di placca (tibia o femore?) bisogna inserire nel quotare economicamente il sistema tipo, in quanto i prezzi sono nettamente diversi. Cordiali saluti. 1. Risulta possibile inserire la locuzione " non  applicabile" nel DGUE strutturato con riferimento alle sezioni o parti non pertinenti con la presente procedura.
2. Con riferimento alle placche, l’operatore dovrà inserire la placca nella sua quotazione più costosa nella colonna "Composizione Sistema Tipo" dell'Allegato 3 e inserire nella colonna "Alternative taglia/materiale" la placca di valore economico inferiore.
Cordiali saluti.

 
Quesito
PE084224-23

Risposta
PE087517-23
Spett. Ente, si chiede, cortesemente, di voler specificare se per la gara in oggetto 1) se per i requisiti di capacità economica e finanziaria possono essere presentate in gara idonee referenze bancarie ( nel caso di nr. 2 ) oppure deve essere rispettato, a pena di esclusione, il possesso del 25% di fatturato del valore del lotto o dei lotti per cui si presenta offerta; 2) si chiede di chiarire se il 25% del valore stimato dell'appalto va calcolato sull'importo quadriennale oppure sul valore complessivo compreso di proroga per il lotto o i lotti di partecipazione. In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti 1. Si conferma il requisito di capacità economica e finanziaria richiesto negli atti di gara. 
2. il 25% di fatturato richiesto deve essere calcolato con riferimento al valore stimato dell'appalto comprensivo pertanto delle opzioni previste degli atti di gara.
 
Quesito
PE084189-23

Risposta
PE087516-23
Facendo seguito alla risposta relativa al quesito nr. PE069126-23 punto 2), si evidenzia che può rendere non comparabili le offerte tra i concorrenti. In quanto a fronte del numero totale di viti richieste (esempio 8 viti), un concorrente potrebbe offrire 8 viti a stabilità angolare (unico prezzo massimo), un altro concorrente 4 viti corticali e 4 a stabilità angolare (due prezzi massimi), un altro ancora 6 viti corticali e 2 a stabilità angolare (due prezzi massimi ma con peso diverso sul totale impianto). Si richiede di stabilire un criterio univoco che valga per tutti i lotti in cui sono presenti diverse quantità e tipologie di viti. Con riferimento ai lotti in cui sia richiesta una quantità di viti suddivise tra due o più tipologie differenti, laddove non diversamente specificato nella descrizione sistema tipo o nel sistema tipo, si chiede di quotare all’interno del sistema tipo un numero di viti equamente distribuiti tra le tipologie di viti richieste.  
Quesito
PE085655-23

Risposta
PE087515-23
Spett.le Stazione appaltante Dopo attenta disamina della documentazione di gara siamo a sottoporvi i seguenti quesiti. 107 lotti per solo arto inferiore sembrano davvero eccessivi. Possiamo fare paragoni con altre gare regionali che sono state espletate di recente. ESTAR – tutta la gara della traumatologia (quindi comprende tutto il sistema scheletrico e differenzia i vari sistemi di sintesi – inchiodamento, fissazione esterna, fissazione interna e in fine compreso materiale accessorio) è composta da 107 lotti (il numero preciso dei lotti per solo arto inferiore della gara in questione). Senza entrare in dettaglio, importo presunto della fornitura (tutti distretti) messo a base d’asta da ESTAR pari a 185.469.520,00 € (48mesi), la gara è stata espletata ed aggiudicata 2021. Importo gara InnovaPuglia messo a base d’asta solo per l’arto inferiore per 48 mesi pari a 260.060.257,00€ Popolazione dati ISTAT: Toscana: 3,6512 mln Puglia: 3,9009 mln Vorremmo quindi un chiarimento in merito: 1.I fabbisogni certificati pubblicati nella documentazione di gara sono certificati da chi? 2.Ci piacerebbe sapere come sono stati definiti i lotti e con quale criterio suddivisi e moltiplicati i lotti per lo stesso segmento. Per esempio fissazione interna femore distale. 3.Come sono stati determinate le basi d’asta? I Dispositivi Medici sono oggetto di controllo nazionale, quindi tracciati sia come numeri che come prezzi, avete preso in considerazione questi dati? 4.La richiesta di requisito economico finanziario, considerati i volumi della gara, esclude la partecipazione delle piccole imprese. La stazione appaltante è consapevole che la stima dei fabbisogni deve essere realistica, cosi come le basi d’asta devono essere coerenti con i prezzi nazionali? Per partecipare ad una gara un concorrente dovrebbe sostenere diversi oneri, tra questi: 1.Contributo ANAC, che viene calcolato sulla base d’asta, quindi quella deve essere frutto di una stima realistica basata sullo storico; 2.La base d’asta determina anche il valore delle garanzie richieste. Le garanzie alle singole aziende vengono rilasciate utilizzando criteri ben precisi, quasi come una linea di credito, quindi una base d’asta non realistica mette in difficoltà e risulta un onere eccessivo e non giustificato; 3.La base d’asta determina anche i requisiti richiesti dalla stazione appaltante, in questo caso requisito economico finanziario, una base d’asta eccessiva e non realistica rende impossibile la partecipazione delle piccole imprese. 4.Una base d’asta eccessiva presuppone ribassi eccessivi che però sono penalizzati del codice appalti (art.117 Codice Appalti – DLGS 36/2023). In fine giova precisare che la giurisprudenza di merito in una fattispecie in parte analoga – concernente la stipula di una convenzione da parte di una centrale di committenza che aveva sovrastimato il reale fabbisogno della fornitura a scapito del fornitore privato – ha ravvisato la “responsabilità precontrattuale della pubblica amministrazione nell’aver taciuto i reali dati di fabbisogno alla parte attrice nonché per avere indebitamente sovrastimato tale fabbisogno rispetto ai dati in suo possesso”, riconoscendo altresì che “i danni risarcibili, in tal caso, si sostanziano nel mancato guadagno e negli esborsi sostenuti” (cfr. Tribunale di Milano, sez. I, 16 febbraio 2022, n. 1396). Non in ultimo si rammenta l’annullamento della gara 8648508 di codesta stazione appaltante per le stesse ragioni.
  1. I Fabbisogni risultano espressi e certificati dalla Aziende Sanitarie regionali e validati dalla Regione.
  2. La definizione dei lotti , espressione di discrezionalità tecnica della stazione appaltante, è stata effettuata dal competente organo.
  3. Le basi d’asta sono state determinate sulla base dei prezzi del mercato.
  4. Ai sensi dell’art. 100 comma 11 del D. Lgs. 36/2023 per le procedure di aggiudicazione di appalti di servizi e forniture, le stazioni appaltanti possono richiedere agli operatori economici quale requisito di capacità economica e finanziaria un fatturato globale non superiore al doppio del valore stimato dell’appalto, maturato nel triennio precedente a quello di indizione della procedura. Questa stazione appaltante, nell’esercizio della piena discrezionalità ad essa riconosciuta, al fine di garantire la massima partecipazione possibile e al contempo tutelare l’interesse a individuare operatori che si dimostrino solidi (  considerata la rilevanza strategica della tipologia di dispositivi oggetto della procedura) ha richiesto solo lo 0,25%.
 
Quesito
PE084375-23

Risposta
PE085986-23
In riferimento alla rettifica della data di scadenza presentazione offerta si chiede, essendo già in possesso della Polizza con indicazione della scadenza offerta al 24/11, se può essere considerata valida o deve essere rettificata con la nuova data del 04/12
Con riferimento alla garanzia provvisoria, rimangono ferme e invariate tutte le prescrizioni stabilite nella documentazione di gara.
In particolare si conferma quanto previsto dall'art. 10 del disciplinare di gara, laddove viene disposto che la garanzia deve essere valida per 240 giorni a decorrere dalla data di presentazione dell’offerta.
Cordiali saluti 
 
Quesito
PE085271-23

Risposta
PE085984-23
Spett.le Innovapuglia, essendo la scrivente interessata a partecipare alla procedura in oggetto, chiede a Codesta Spettabile Stazione Appaltante di rendere non obbligatorie nel DGUE a sistema, le parti non attinenti alla fornitura oggetto dell’appalto, eliminando le sezioni dedicate ai lavori, ai servizi ed a tutti i requisiti non richiesti dal disciplinare. Distinti saluti Risulta possibile inserire la locuzione " non  applicabile" nel DGUE strutturato con riferimento alle sezioni o parti non pertinenti con la presente procedura.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE085328-23

Risposta
PE085980-23
Nella compilazione del DGUE su piattaforma ci sono sezioni non pertinenti e non richieste dal disciplinare di gara ma, essendo campi obbligatori, non ci consente di eliminarli né di scriverci all'interno; di conseguenza ciò non permette la generazione del PDF. In attesa di chiarimenti in merito, ringrazio cordialmente. Risulta possibile inserire la locuzione " non  applicabile" nel DGUE strutturato con riferimento alle sezioni o parti non pertinenti con la presente procedura.
Cordiali saluti 
 
Quesito
PE085807-23

Risposta
PE085979-23
Spett.le Ente, si chiede di voler specificare se l'assolvimento dell'imposta di bollo può essere soddisfatto anche apponendo il contrassegno opportunamente annullato su una dichiarazione in cui si indicano tutti i dati dello stesso. 2) si chiede inoltre di confermare che la marca da bollo é unica e solo per l'istanza di partecipazione . In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti 1) deve essere  utilizzato l'Allegato 10.
2) la marca da bollo è unica ed è relativa alla domanda di partecipazione alla procedura.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE085812-23

Risposta
PE085977-23
Buongiorno, si chiede, cortesemente, di voler specificare se entro la data di scadenza della presentazione dell'offerta deve essere trasmessa anche la campionatura o la stessa sarà richiesta in una fase successiva. In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti Entro la data di scadenza della presentazione dell'offerta non deve essere trasmessa la campionatura.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE076322-23

Risposta
PE082118-23
Buonasera, Relativamente ai lotti 60 e 61, si chiede conferma della NON APPLICABILITA’ dei criteri di valutazione allegato 13 Punto 1 lett. A-B-C-D, essendo essi specifici per sistemi di placche, ed essendo invece il sistema richiesto un sistema di stabilizzazione della sindesmosi È in corso di adozione il provvedimento di rettifica e proroga dei termini che sarà tempestivamente pubblicato.  
Quesito
PE077055-23

Risposta
PE082117-23
CHIARIMENTI OFFERTA ECONOMICA: 1)In riferimento all’ ALLEGATO 3 – MODELLO DI OFFERTA ECONOMICA, si chiedono i seguenti chiarimenti: a)Nella prima riga della tabella “IMPORTO COMPLESSIVO OFFERTO” va indicato il prezzo complessivo offerto su 4 anni (ovvero Totale sistema tipo X fabbisogno presunto), senza ulteriori opzioni, corretto (così come richiesto a pag. 44 del Disciplinare dove viene indicato che “l’allegato economico deve contenere il medesimo valore, in cifre e in lettere, già inserito sul portale”)? b)Eventuali accessori complementari/non obbligatori al sistema offerto e non richiesti dall’impianto tipo indicativo dove e come possono essere quotati? c)Con “attrezzo chirurgico” si intendono anche gli strumenti chirurgici ancillari ai prodotti offerti? È corretto indicare il solo costo di listino, senza eventuali sconti aggiunti? d)Pag.4: in piattaforma, per come è strutturata, verranno indicati i prezzi complessivi (su 4 anni) e non i prezzi unitari dei singoli componenti del sistema tipo, questi saranno dettagliati nel corpo del modello di offerta. Si conferma? Il Sistema calcolerà in automatico il valore offerto come prodotto tra il prezzo unitario offerto per l’intero impianto tipo e i fabbisogni indicati dalla stazione appaltante. e)Pag.5: dal momento che il presente appalto prevede la mera fornitura di materiale, ed eventuali servizi correlati, si conferma che sia per “i costi relativi alla sicurezza” che per i “costi relativi alla manodopera” è corretto indicare un valore pari a zero? (questo anche considerato quanto cita l’art.108 richiamato: “9. Nell'offerta economica l'operatore indica, a pena di esclusione, i costi della manodopera e gli oneri aziendali per l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro eccetto che nelle forniture senza posa in opera e nei servizi di natura intellettuale”). In altro caso attendiamo delucidazione in riferimento a cosa si deve intendono collegati tali due costi. f)Tabella p. 4 Può essere inserito il rimando ad un allegato con l’elenco dei codici (compresi CND e RDM) riferiti alle alternative di taglia o materiale offerti rispetto al componente. 2)In riferimento all’ ALLEGATO 5 – ELENCO PRODOTTI, quale colonna definisce i prodotti che possono essere offerti nel lotto? La colonna “descrizione sistema tipo” o la colonna “sistema tipo”? Ovvero, laddove nella colonna “sistema tipo” vengono indicate specifiche indicazione d’uso (es. lotto 4: femore distale), queste sono da considerarsi limitanti o sono solo da considerarsi quale indicazione per la valorizzazione dell’impianto tipo? E dunque nel lotto può essere offerta una gamma più ampia di prodotti in accordo con le indicazioni presenti nella colonna “descrizione sistema tipo” (es. lotto 4, nella colonna “descrizione sistema tipo” la descrizione è più generica e sembrerebbe includere anche altre indicazioni d’uso, le fratture metaepifisarie possono riferirsi anche alla tibia, ecc.., e altri materiali)? 3)Laddove nel “Sistema tipo” viene indicato un numero complessivo di viti che include sia viti corticali che a stabilità (es lotto 4: 8 viti totali tra corticali e a stabilità). Si conferma che è discrezione dell’offerente suddividere il fabbisogno specifico delle viti tra le due tipologie? E quindi poter quotare le due tipologie di viti separatamente con condizioni economiche differenti? 4)Si può allegare all’offerta un Listino Prezzi per l’acquisto di componenti tecnicamente connesse al lotto anche se non richieste dall’impianto tipo o dalla descrizione del lotto? Su questo verrà estesa per familiarità la medesima % di sconto della voce del lotto che per maggior familiarità include i prodotti presenti a listino 5)Laddove nel “Sistema tipo” non siano elencate alcune componenti presenti nel sistema offerto (es specifiche tipologie di viti, ec…), le medesime come verranno acquistate? 6)Es. lotto 7: se il sistema offerto oltre alle viti corticali ed alle viti a stabilità include altre tipologie di viti, è possibile suddividere il fabbisogno specifico previsto per le viti in funzione delle varie tipologie possedute? In modo da quotare ciascuna tipologie di vite separatamente. In altro caso le diverse tipologie come verranno acquistate? Da listino? 7)Laddove il lotto prevede come materiale “acciaio e/o titanio” è corretto quotare i prodotti realizzati in uno specifico materiale nel corpo principale dell’offerta (impianto tipo) e il secondo materiale nella colonna “alternative di taglia o materiale offerta”? 8)Nel caso il sistema offerto non preveda una o più componenti elencate dal “Sistema Tipo” è possibile omettere il campo e strutturare l’impianto tipo in base a cosa effettivamente pertinente? 9)All. 3: Nella tabella d’offerta relativa alla composizione dell’“importo complessivo offerto (oltre iva) in euro” deve essere riportato solo un “sistema tipo”, corretto? Ovvero, per ogni componente dell’impianto tipo verrà riportato un solo codice esemplificativo della serie tramite il quale valorizzare l’offerta e definire la % di sconto da applicare alle restanti taglie e/o tipologie rientranti per familiarità nella medesima componente del sistema. Corretto? Tale gamma completa di codici (taglie e tipologie) verrà dettagliata nella colonna della tabella denominata “alternative di taglia o materiale offerta – Prezzo unitario dell’alternativa” aggiungendo le righe necessarie in riferimento ad ogni componente. Corretto? 10)Laddove il lotto prevede diverse tipologie di prodotto (es. placche per vari distretti corporei e/o di diversa conformazione. Es. lotto 39 sono richieste placche differenti tra loro, da una placca retta ad una placca premodellata con aggancio trocanterico e dunque aventi costi nettamente differenti) o che per una medesima indicazione d’uso l’offerente preveda diverse tipologie di prodotto (es. destinazione femore distale: PLACCA TIPO PIPPO e PLACCA TIPO PLUTO afferenti al medesimo sistema), è possibile procedere a formulare l’offerta come segue? a)Indicare nella tabella d’offerta un impianto tipo definito in base ad una delle tipologie di prodotto a scelta, quotando per la specifica tipologia prescelta la componente più costosa tramite la quale definire la % di sconto da applicare alle restanti taglie e tipologie di prodotto che verranno dettagliate nella colonna relativa a “alternative di taglia o materiale offerta – Prezzo unitario dell’alternativa”. 11)Lotto 39: il lotto richiede la possibilità di aggiungere un’estensione trocanterica per la placca di femore prossimale. Tale componente (per l’estensione trocanterica) come e dove deve essere quotata? Il Sistema Tipo non la prevede. 12)Lotto 40 - 41: si chiede di specificare quali prodotti sono richiesti. Solo il femore distale (come indicato nella “descrizione sistema tipo”) o tutte le tipologie indicate nella colonna “Sistema tipo”? 13)Lotto 84: il nostro sistema è offerto a “set unico”, ovvero il codice prodotto è già comprensivo di tutti gli elementi necessari per l’intervento. Nel corpo dell’offerta sarà quindi indicato e quotato il codice unico e non i singoli elementi non vendibili separatamente. Si conferma la corretta interpretazione? 14)P.to 11 - pag. 22 del Disciplinare - caricamento lotti tramite file excel “Articoli – Foglio Prodotti”. Dal momento che tale file, messo a disposizione per il caricamento massimo dei lotti, non può essere modificato aggiungendo righe o colonne, si chiede che sia corretto procedere come segue per la compilazione dei campi: a)I campi a seguire verranno compilati con diciture generiche rimandando al modello di offerta per il dettaglio corretto e completo dei dati (es. in uno stesso lotto vi sono molteplici codici/CND, ecc… e dunque non possono essere tutti elencati nei campi del file): NOME COMMERCIALE CODICE ASSEGNATO DAL PRODUTTORE CODICE ASSEGNATO DAL DISTRIBUTORE NAZIONALE (eventuale) CODICE ASSEGNATO DAL CONCORRENTE (eventuale) CODICE CND NR. REPERTORIO MINISTERIALE NUMERO PEZZI PER CONFEZIONE PRESENZA/ASSENZA LATTICE CONFEZIONE b)PREZZO OFFERTO PER UM IVA ESCLUSA (2 dec.): da compilare con il prezzo relativo al Sistema Tipo. Corretto? c)VALORE OFFERTO (2 dec.): da compilare con il prezzo complessivo offerto su 4 anni- corretto? 15)In relazione all’ “Allegato 3 – Modello di offerta economica” è sufficiente, quale allegato economico, estrapolare le sole pagine n.4-5-6 o è necessario allegare l’intero modello? 16)È concesso lo sconto merce per una o più componenti del Sistema Tipo? 17)Il medesimo prodotto se offerto in lotti diversi deve essere garantito allo stesso prezzo? 18)È possibile offrire, all’interno dello stesso lotto, prodotti afferenti a case produttrici diverse; garantendo ovviamente le medesime condizioni economiche? 1a. Si conferma.
1b. Nell'allegato 3 modello di offerta economica.
1c. Si confermano entrambi i quesiti.
1d. Si conferma.
1e.  Si richiama l'art. 3.2 del Disciplinare: "In considerazione di quanto disposto all’articolo 108, comma 9 del Codice, non viene indicata la stima dei costi della manodopera trattandosi di forniture senza posa in opera. In considerazione della natura della fornitura e dei servizi oggetto della presente procedura, si ritiene che i costi della sicurezza, ai sensi dell'art. 26, comma 3-bis, del D. Lgs. n. 81/2008, siano pari a zero."
1f. Nell'Allegato 3 è possibile inserire ulteriori righe per le alternative di taglia/misura. Nomi commerciali e codici andranno inseriti nell’Allegato 12.
2. Ai fini della quotazione, occorre fare riferimento a quanto indicato nella colonna sistema tipo. Risulta possibile aggiungere ulteriori righe all’interno dell’Allegato 3 con riferimento all’elenco puntato.
3. Si conferma.
4. Si conferma la possibilità di allegare all’Allegato 3 un listino prezzi.
5. Occorre inserire tutte le componenti necessarie per il corretto funzionamento del sistema tipo.
6. Occorre quotare nell’Allegato 3 le componenti alternative  a quelle espressamente richieste.
7. Nel corpo principale occorre quotare la componente dal costo maggiore. L’alternativa va inserita nella colonna alternativa taglia/materiale offerto.
8. Fermo restando che trattasi di requisiti minimi, qualora l'operatore proponga un sistema tipo con componenti differenti è tenuto a dimostrarne l'equivalenza che sarà comunque soggetta al giudizio della commissione giudicatrice.
9. Nel corpo principale occorre quotare la componente dal costo maggiore. L’alternativa va inserita nella colonna alternativa taglia/materiale offerto.
10. Vedi risposta sub. 9.
11. La componente deve essere quotata all’interno del sistema tipo posto che fa parte della descrizione.
12. Nel corpo principale occorre quotare la componente dal costo maggiore. L’alternativa va inserita nella colonna alternativa taglia/materiale offerto.
13. Si conferma.
14. Nel file “Articoli – Foglio Prodotti” risulta possibile indicare i riferimenti relativi al primo componente del sistema o eventualmente indicare un rimando all'allegato. Si evidenzia però che nella colonna S “prezzo unitario offerto” andrà inserito il prezzo unitario del sistema e non del singolo componente.
15. Il modello è un file editabile.
16. Si conferma la possibilità di offrire uno o più componenti del sistema in sconto merce o a zero.
17. Trattasi di scelta attinente alla libertà di iniziativa economica del concorrente che non può essere oggetto di chiarimento in assenza di previsioni espresse sulla lex specialis.
18. Fermo restando quanto precisato e vietato dal disciplinare di gara in relazione ai produttori e distributori, nulla osta a quanto richiesto.

 


 



 
Quesito
PE069148-23

Risposta
PE082112-23
In riferimento alla procedura in oggetto, si desidera porre all’attenzione di codesta Stazione Appaltante che i termini per la presentazione dell’offerta appaiono veramente troppo stringenti rispetto alla mole di lavoro richiesta per la preparazione di una gara di questa importanza e di rilevanza regionale. Tale situazione di tempi ristretti è ulteriormente aggravata dalla concomitanza della Festa Nazionale del prossimo mercoledì 1 novembre, che determinerà un’ulteriore perdita di giornate lavorative. Pertanto, al fine di poter mettere gli operatori economici nelle migliori condizioni per poter effettuare un’offerta completa e priva di errori dovuti a lavorazioni affrettate, si prega di voler posticipare i termini della gara di almeno una settimana. È in corso di adozione il provvedimento di rettifica e proroga dei termini che sarà tempestivamente pubblicato.  
Quesito
PE074447-23

Risposta
PE082111-23
Buongiorno, siamo a richiedere il seguente chiarimento: LOTTO 47-68: Si chiede di revisionare la base d'asta, tenendo conto delle quotazioni per prodotti identici richiesti in altre gare; a tal proposito si segnala che lo stesso prodotto viene richiesto nella GARA TELEMATICA A PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO CON PIÙ OPERATORI ECONOMICI AI SENSI DELL’ART. 59 CO.4 LETT. A) D.LGS. 36/2023 da voi pubblicata (CIG.9348600, LOTTO 8) , con una base d'asta di 15.000€, che rispecchia gli standard qualitativi ed i prezzi di mercato attuali. Si confermano le basi d’asta indicate.   
Quesito
PE069638-23

Risposta
PE081787-23
Al lotto 102 viene richiesto un sistema di osteosintesi con placche e viti per lesioni della pelvi in titanio, si chiede di poter modificare la richiesta in titanio o acciaio in modo da garantire la più ampia partecipazione alla procedura. Si conferma quanto indicato nella documentazione di gara.   
Quesito
PE070120-23

Risposta
PE081784-23
Buongiorno, nel template prodotti da compilare, una volta caricato il lotto oggetto di presentazione offerta, vanno indicati riga per riga tutti gli articoli che compongono il sistema richiesto e per ciascuno articolo il relativo costo unitario ? Occorre indicare i riferimenti relativi al primo componente del sistema e eventualmente indicare un rimando all'allegato. Si evidenzia però che nella colonna S “prezzo unitario offerto” andrà inserito il prezzo unitario del sistema e non del singolo componente.  
Quesito
PE072852-23

Risposta
PE081782-23
LOTTO 82 Nell’impianto tipo sono richiesti: -N.ro 4 barre di collegamento e relativi morsetti/bulloni di connessione Si chiede di specificare se morsetti/bulloni sono relativi al bloccaggio delle barre o ad altro (es viti, fili ) e le q.tà I morsetti/bulloni sono relativi al bloccaggio delle barre e/o dei fili/viti. I montaggi cambiano per numero anelli, tipo di barre, fili, viti e relativi bulloni di bloccaggio da paziente a paziente perché spesso il montaggio è “settato” specificatamente sulla tipologia di frattura e paziente, pertanto non risulta possibile indicarne una quantità di riferimento.  
Quesito
PE068453-23

Risposta
PE081780-23
per i lotti 53-55-58-72-105-107 si richiede il seguente chiarimento: 1. Per Boccole preassemblate per stabilità angolare si intendono dispositivi per cui si rende necessaria la rimozione in fase di installazione della placca o di un sistema che rimanga solidale con la placca? 2. Inoltre le stesse vanno rimosse per conseguire una stabilità angolare multi direzionale? 3. Sono realizzate nella medesima lega della placca e devono essere precaricate su tutti i fori della placca o solo nelle porzioni articolari della placca? 4. Devono essere presenti anche Boccole precaricate di forma ovale? 5. Le Boccole possono essere utili anche per definire l'anatomicità della placca (destro o sinistro)? 1. Le boccole possono essere rimosse dalla placca. 
2. Se rimosse e permettono la stabilità angolare, rappresentano un vantaggio della tipologia di placca.
3. Risulta indifferente che siano della stessa lega della placca. Risulta altresì indifferente se siano presenti su tutti i fori o solo su un lato.
4. Non è necessario che siano presenti di forma ovale ma non è vietato.
5. Non è necessario che permettano di distinguere il lato della placca ma non è vietato.
 
Quesito
PE067649-23

Risposta
PE081778-23
QUESITO PER LOTTO 106 Nella Descrizione Sistema Tipo indicate: kit in due versioni per tessuti duri tipo osso e cartilagine o per tessuti molli. Intendete un unico KIT valido per entrambi i tessuti (duri e molli) o si possono offrire due kit differenti, uno per i tessuti duri con proprio codice e uno per i tessuti molli con proprio codice. Grazie mille.
Risulta possibile offrire anche due kit differenti anzichè un unico kit per entrambi i tessuti. 
 
Quesito
PE072858-23

Risposta
PE081775-23
LOTTO 89 1) : il fissatore richiesto nell’impianto tipo non è specificato per quale segmento osseo si intende, es Femore. Si richiede di specificarlo 2) : di quante viti deve disporre il fissatore nell’impianto tipo ? grazie 1. Si richiede il fissatore per femore.
2. Ai fini della formulazione dell'offerta, si consideri il seguente sistema tipo: 
- n.ro 2 barre, 
- n.ro 4 viti (2 prossimali e 2 distali ),
- relativi morsetti barra vite /multiclamp per completare il costrutto.
 
Quesito
PE072863-23

Risposta
PE081773-23
LOTTO 90 1): le viti in titanio devono essere presenti nel kit o possono essere fornite a parte in confezioni sterili? La domanda nasce dal fatto che la maggioranze dei kit disponibili sul mercato ove siano comprese le viti, queste sono sempre in acciaio e le viti in titanio, vengono fornite a parte e usate quando richiesto. 2) : nell’impianto tipo non è indicato il numero di viti richieste, si chiede di specificare la quantità 1.  le viti in titanio possono essere fornite a parte in confezioni sterili.
2. Sono richieste almeno 4 viti.
 
Quesito
PE072867-23

Risposta
PE081767-23
LOTTO 91 nell’impianto tipo non è indicato il numero di viti richieste, si chiede di specificare la quantità.
Il kit per ossa lunghe (omero femore tibia) prevede:
- n.ro 2 barre,
- n.ro 4 viti (2 prossimali e 2 distali ),
- relativi morsetti  barra vite /multiclamp per completare il costrutto.

 
Quesito
PE076224-23

Risposta
PE081763-23
Le componenti dei fissatori esterni, in virtù della natura stessa del prodotto (anelli, bulloni, dadi, rondelle...), sono fornite in confezione non sterile dalla maggior parte degli operatori economici. Si chiede quindi conferma che il requisito di sterilità degli impianti, per i lotti da 82 a 87 dedicati ai fissatori, sia da considerarsi preferibile e non obbligatorio, nel rispetto del principio di concorrenzialità e per favorire l’accesso alla presente procedura ad un più ampio numero di operatori economici.
Per i lotti indicati, la caratteristica di sterilità  è preferibile ma non obbligatoria.
 
Quesito
PE076854-23

Risposta
PE081702-23
Buongiorno, con la presente si richiedono i seguenti chiarimenti: LOTTO 83: Si chiede di riformulare l'impianto tipo, poiché quest'ultimo non corrisponde alla descrizione del LOTTO. In quanto è stata fornita la descrizione di un montaggio temporaneo che per definizione non può essere definitivo così come richiesto, e non può essere integrabile con sistemi assiali ibridi, circolari, con viti, fili o slitte, secondo le vigenti certificazioni, in alternativa è possibile offrire un fissatore monoassiale con le caratteristiche richieste? LOTTO 85: Si segnala che nell'impianto tipo mancano i morsetti, indispensabili ai fini dell'impianto. LOTTO 94: E' possibile offrire un corpo monoassiale, comprensivo di morsetti che svolga la stessa funzione di correzione micrometrica, adatta a fratture di tibia, omero e femore, ma che non sia composto da morsetti e barre? Chiarimento generale: E' possibile fare sconti diversi per le componenti all'interno dello stesso lotto? Chiarimento generale: In merito al requisito richiesto nell’ALLEGATO 7 “CERTIFICAZIONE DI GENERE”, qualora non si possegga la certificazione di cui all'articolo 46-bis del codice delle pari opportunità tra uomo e donna, di cui al decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, è possibile presentare un documento analogo? In attesa di riscontro porgiamo cordiali saluti. Lotto 83: Si può offrire fissatore monoassiale con medesime caratteristiche.
Lotto 85: All'impianto tipo si devono aggiungere N.ro 2 morsetti.
Lotto 94: Si può offrire fissatore monoassiale con medesime caratteristiche.
Chiarimento Generale: Si conferma.
Chiarimento Generale: ai sensi dell'art. 108 comma 7 il raggiungimento della parità di genere deve essere comprovata dal possesso della certificazione della parità di genere di cui all'articolo 46-bis del codice delle pari opportunità tra uomo e donna, di cui al decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198.
 
Quesito
PE077054-23

Risposta
PE081685-23
Buongiorno, si invia di seguito quanto richiamato in oggetto. Ringraziando anticipatamente cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti. CHIARIMENTI GENERALI: 1)Per la partecipazione alla gara CIG 9369241, riguardante anche Dispositivi Medici, si chiede se Codesta Spett.le Amministrazione ha tenuto conto, in ottemperanza al D.L. 115/2022 come convertito con modificazioni dalla Legge 21 settembre 2022, n. 142, e quindi dell’art. 9 ter, commi 8, 9 e 9 bis, del D.L. 78/2015 così come delineato dal decreto del Ministero della Salute di concerto con il Ministero dell’Economia e Finanze del 6 luglio 2022, pubblicato in G.U.R.I in data 15 settembre 2022, del decreto del Ministero della Salute del 6 ottobre 2022, pubblicato in G.U.R.I. del 26 ottobre 2022 e di ogni altro provvedimento comunque presupposto, connesso e/o consequenziale, come ad esempio, dell'“accordo, ai sensi dell’art. 9-ter del decreto legge 19 giugno 2015, n. 78, convertito con modificazione dalla legge 6 agosto 2015, n. 125, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministero della Salute di individuazione dei criteri di definizione del tetto di spesa regionale per l’acquisto di dispositivi medici e di modalità di ripiano per gli anni 2015-2016-2018-2018”, del 7 novembre 2019 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, della intesa della Conferenza delle regioni e delle province autonome del 14 settembre 2022, ovvero dell'intesa sancita dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, regioni e le province autonome di Trento e Bolzano nella seduta del 28 settembre 2022, nonché della circolare Ministero Economia e Finanze e Ministero Salute n. 7435 del 17.03.2020 e quindi si sia determinata ad effettuare l’acquisto della fornitura nel rispetto del suo specifico tetto di spesa regionale per cui l’aggiudicataria non sarà chiamata a restituire alcuna somma percepita in esecuzione del contratto siglato a seguito della gara, perché i relativi pagamenti delle forniture non contribuiranno a sforare il tetto regionale alla spesa sanitaria e di conseguenza non saranno soggetti a payback e non le verranno mai chiesti rimborsi per le relative fatture come contributi al ripiano della spesa eccedente. 2)Disciplinare di gara p. 16-paragrafo 7.2 requisito di capacità economica e finanziaria: viene ricihesto un fatturato globale maturato nel triennio precedente a quello di indizione delal procedura almeno pari al “valore stimato dell’appalto relativo al lotto”. detto valore corrisponde a quello indicato nell’allegato 5 alla colonna g “prezzo totale a base d'asta per sistema” o a quello indicato nella colonna i “importo massimo complessivo”? 3)Rif DGUE fatturato medio specifico – fatturato annuo specifico nel “settore di attività oggetto dell'appalto”. verrà indicato il fatturato derivato da forniture di dispositivi di traumatologia, materiale accessorio e servizi correlati per il periodo richiesto dal bando. si conferma? 4)Disciplinare di Gara p.16- Paragrafo 7.2 REQUISITO DI CAPACITA’ ECONOMICA E FINANZIARIA la comprova dei requisiti verrà fornita successivamente alla presentazione dell’offerta, previa richiesta attraverso la piattaforma EmPULIA ovvero a mezzo PEC da Innovapuglia (rif. Disciplinare di Gara p. 15 Par.7). Si conferma? 5)Si chiede di confermare che il presente appalto non ricade tra gli appalti PNRR o PNC, corretto? 6)DGUE Parte IV Criteri di selezione – Sezione D SISTEMI DI GARANZIA DELLA QUALITÀ E NORME DI GESTIONE AMBIENTALE: non verrà compilata in quanto i dati non sono richiesti dalla presente procedura. 7)DGUE Parte IV Criteri di selezione – Sezione C: CAPACITA’ TECNICHE E PROFESSIONALI non verrà compilata in quanto i dati non sono richiesti dalla presente procedura. 8)Si chiede conferma che non debba essere generato e caricato sul portale il FVOE. Chiarimenti generali. 
1) Trova applicazione la normativa nazionale e regionale sul payback.
2) Il riferimento è all’importo massimo complessivo ovvero inclusivo della prevista opzione.
3)Viene richiesto esclusivamente il fatturato globale e non il fatturato specifico.
4)Si conferma.
5)Si conferma.
6)Si conferma.
7)Si conferma.
8)Si conferma.

 
Quesito
PE077416-23

Risposta
PE081683-23
Relativamente al lotto n. 106 “ Kit procedurale monouso per la processazione e la frammentazione meccanica di un prelievo di tessuto biologico che viene sezionato in micro unità tissutali rigenerative ottenendo un prodotto ad alta vitalità ed infiltrabile. Kit in due versioni per tessuti duri tipo osso e cartilagine o per tessuti molli”, desideriamo porre il seguente quesito: Viene richiesto un Kit per il trattamento del solo tessuto molle in due versioni? O un Kit per il trattamento dell’osso in due versioni? O un kit per ogni tipologia, quindi per entrambi i tessuti (molle e osso/cartilagine)? Grazie, cordiali saluti. Risulta possibile  offrire anche due kit differenti anzichè un unico kit per entrambi i tessuti.  
Quesito
PE077377-23

Risposta
PE080792-23
Buongiorno, siamo una società che partecipa alla procedura in oggetto e deve ricorrere all'avvalimento. 1) La società ausiliaria non è iscritta nel portale , Se noi che partecipiamo alla gara selezioniamo la voce "NO" del menù a tendina ricorri all'avvalimento è possibile per noi caricare tra i documenti della busta amministrativa i documenti relativi all'avvalimento compreso il DGUE dell'ausiliaria? 2) E' possibile anche per la società partecipante caricare il DGUE e non farlo elettronicamente sulla piattaforma? Grazie Si rinvia al Manuale OE | Compilazione del DGUE v.1.0 pubblicato su EmPULIA nella sezione GUIDE PRATICHE, di cui, cui si allega il link " http://www.empulia.it/Manuali/OE_CompilazioneDGUE/OE_Compilazione_DGUE.pdf ".   
Quesito
PE068424-23

Risposta
PE080316-23
Si fa presente che oltre all'incongruenza del numero di lotto tra l'All 5 e l'All 6, è errata anche la quantità totale quadriennale dei pezzi o dei sistemi.

Non risulta sussistere incongruenza tra gli atti citati della lex specilias. Si precisa, come previsto al paragrafo 2.2. del disciplinare, che i chiarimenti devono fare avere come riferimento un documento della procedura indicando  pagina, paragrafo e testo.

Saluti.

 
Quesito
PE069126-23

Risposta
PE080313-23
1)Nel disciplinare di gara viene indicato che “Non saranno ammesse offerte plurime e/o offerte riferite ad altre offerte proprie od altrui” Si chiede di chiarire questa indicazione considerando che all’interno dell’allegato 5 ci sono diversi lotti che rappresentano la stessa tipologia di prodotto (ad esempio 4 lotti di chiodo retrogado) 2)Nei lotti dove vengono richieste le placche sono riportate una quantità globale di viti suddivise tra corticali o stabilità angolare, considerando che dette viti hanno prezzi di listino differenti, si chiede di differenziarle in modo da riuscire a formulare un’offerta globale di impianto tipo omogenea. 3)SI chiede conferma della possibilità di poter allegare certificazioni e studi clinici in lingua inglese 1. Con quanto indicato nella lex specialis si dispone che i partecipanti alla gara devono concorrere con un'unica proposta tecnica ed economica e pertanto di conseguenza non risulta possibile che tale unica proposta faccia riferimento a offerte di altri partecipanti o a ulteriori offerte presentate dall'offerente.
2.  Il numero e tipologia di viti può cambiare da paziente e caso per caso. Le fratture non sono tutte uguali di conseguenza non è possibile fare una stima di quali viti possono essere utilizzate.
In generale ce ne vogliono comunque 4 prossimale e 4 distali sia nella tibia che nel femore.
3. con riferimento ai lavori scientifici, si rimanda a quanto previsto al paragrafo 12, pag. 26 del Disciplinare e in particolare: “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione semplice in lingua italiana. I certificati, invece, possono essere presentati nella lingua originale in cui vengono rilasciati".
Cordiali saluti
 
Quesito
PE072693-23

Risposta
PE080303-23
Buonasera, con la presente si chiede se è possibile presentare in Lingua Inglese i certificati e gli studi clinici Con riferimento ai lavori scientifici, si rimanda a quanto previsto al paragrafo 12, pag. 26 del Disciplinare e in particolare: “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione semplice in lingua italiana. I certificati, invece, possono essere presentati nella lingua originale in cui vengono rilasciati. 
Cordiali saluti.
 
Quesito
PE072837-23

Risposta
PE080299-23
Buongiorno, quesito Generico Le quantità indicate nell'aAll. 5 sono corrette ? molto spesso la quantità indicata non è un multiplo di 4 e quindi le quantità annuali non hanno un numero intero Es lotto 1 fabbisogno quadriennale: n. 1167 /4= 291,75? vale per quasi tutti i lotti è corretto? grazie Si confermano le quantità indicate nell' All. 5.
Saluti
 
Quesito
PE075585-23

Risposta
PE080297-23
Spettabile Ente, In relazione alla procedura indicata in oggetto, si desidera sottoporre alla Vs. spettabile attenzione alcune criticità, emerse dalla lettura della documentazione di gara e ritenute a proprio parere suscettibili di chiarimenti e/o di verifica. In particolare, in riferimento all’articolo 15 del Disciplinare di Gara (CONTENUTO DELL’OFFERTA TECNICA) e, più in particolare, in relazione ai contenuti della Relazione Tecnica, si desidera evidenziare che l’elenco dei punti in cui suddividere la relazione (elenco dei sub-criteri evidenziati con i numeri da 1 a 5, a pag. 41), non corrisponde ai criteri / subcriteri oggetto di punteggio, di cui all’allegato 13 (Criteri di Valutazione). Si chiede pertanto di voler confermare che la Relazione Tecnica andrà redatta conformemente all’allegato 13 e non a quanto specificato in elenco a pag. 41 del Disciplinare di Gara, frutto di probabile mero refuso. In riferimento inoltre all’allegato 13 (Criteri di Valutazione), si desidera evidenziare che, a parere della scrivente, la definizione di “STRUMENTARIO” di cui al punto 1 dei criteri di valutazione riguardanti tutti i lotti di: “SISTEMI DI OSTEOSINTESI”, sembra impropria, in quanto i relativi sub-criteri afferiscono chiaramente al “PRODOTTO” e non allo “STRUMENTARIO”. Si chiede pertanto di voler verificare quanto evidenziato e, se del caso, di voler apportare la relativa correzione alla documentazione di gara. Premesso quanto sopra, si chiede di voler cortesemente prendere in considerazione i rilievi formulati e di voler fornire i relativi riscontri, al fine di garantire il buon esito della procedura. Si ringrazia della cortese attenzione e si porgono Distinti saluti Trattasi di mero refuso. La relazione deve seguire la medesima denominazione dei criteri e sub criteri di cui all'Allegato 13 ai quali afferisce.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE077056-23

Risposta
PE080294-23
CHIARIMENTI TECNICI: 1)Con riferimento disciplinare di gara pagina 41 viene indicato che il progetto tecnico dovrà contenere tutte le informazioni necessarie alla univoca individuazione degli elementi utili alla valutazione dell’offerta, secondo i criteri riportati nella tabella, di cui al successivo punto 17.1. - Questa tabella è suddivisa in 4 sezioni: 1.strumentario 2.doc scientifica 3.asssitenza e formazione 4.certificazione di genere. In seguito, però viene indicato che è pertanto consigliabile che la suddivisione della Relazione segua, come paragrafi, la medesima denominazione dei sub-criteri ai quali afferisce. La Relazione dovrà contenere le sezioni: 1. Qualità ed affidabilità del sistema 2. Disponibilità di varie taglie 3. Strumentario 4. Assistenza e formazione 5. Tempi di consegna Si chiede pertanto quale delle due suddivisioni vada seguita per la formulazione della relazione 2)Si chiede che la presentazione dei documenti in lingua inglese, oltre che per i certificati di qualità/CE, sia possibile anche per gli articoli scientifici, documenti ufficiali pubblicati sulle maggiori riviste/canali scientifici in lingua originale ed eventuali altri documenti specifici redatti in lingua inglese/francese ufficiale del produttore. 1) trattasi di mero refuso. La relazione deve seguire la medesima denominazione dei criteri e sub criteri di cui all'Allegato 13 ai quali afferisce.
2) con riferimento ai lavori scientifici, si rimanda a quanto previsto al paragrafo 12, pag. 26 del Disciplinare e in particolare: “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione semplice in lingua italiana. I certificati, invece, possono essere presentati nella lingua originale in cui vengono rilasciati.
Cordiali saluti.

 
Quesito
PE077187-23

Risposta
PE080292-23
1-DGUE Parte 2 Sezione A:INFORMAZIONI SULL’OPERATORE ECONOMICO Operatore economico PMI Fatturato: verrà indicato il fatturato aziendale come da ultimo bilancio depositato relativo all’esercizio 2022. Si conferma? Si conferma.
Cordiali saluti
 
Quesito
PE065191-23

Risposta
PE065638-23
buongiorno si fa presente che gli Allegati 5 e 6 non presentano gli stessi lotti, chiediamo di verificare a aggiornare gli allegati Allegato 5 : da lotto 1 a 107 Allegato 6: da lotto 90 a 196 le descrizioni non corrispondono grazie In relazione alla corrispondenza del lotto con il relativo numero, si chiede di prendere in considerazione esclusivamente l'Allegato 5 - Elenco Prodotti in quanto la numerazione dell'Allegato 6 - Fabbisogni espressi dalle Aziende Sanitarie fa esclusivamente riferimento alla richiesta dei fabbisogni espressa dalle ASL e non deve essere presa come riferimento. Cordiali saluti.  

Tabella informativa di indicizzazione

Tabella informativa d'indicizzazione per: bandi, esiti ed avvisi
Tipo Contratto Denominazione dell'Amministrazione Aggiudicatrice Tipo di Amministrazione Provincia Sede di Gara Comune Sede di Gara Indirizzo Sede di Gara Senza Importo Valore Importo a base asta Valore Importo di aggiudicazione Data Pubblicazione Data Scadenza Bando Data Scadenza Pubblicazione Esito Requisiti di Qualificazione Codice CPV Codice SCP URL di pubblicazione su www.serviziocontrattipubblici.it Codice CIG
Bando Forniture InnovaPuglia S.p.A. ORGANISMI DI DIRITTO PUBBLICO Bari Valenzano NO 286.662.827,00 20/10/2023 04/12/2023 9369241
loading...
​​

EmPULIA - InnovaPuglia S.p.A. - 70010 Valenzano (BA) - Strada Provinciale per Casamassima, km 3
Numero verde: 800.900.121 - Email info@empulia.it - HelpDesk helpdesk@empulia.it - PEC assistenza.empulia@pec.rupar.puglia.it